Le alghe sono un alimento prezioso


Nel mondo fin dai tempi antichi, presso le popolazioni che vivevano lungo le coste marine, laghi, e fiumi, era d’uso raccogliere le alghe, chiamate verdure di mare; le quali venivano utilizzate come rimedi naturali, oppure cucinate per i pasti quotidiani.
L’uso delle alghe hanno una lunga storia partendo dall’Oriente, nelle isole del Pacifico, nelle Hawaii venivano coltivate e raccolte parecchie varietà, anche i maori in Nuova Zelanda, cucinavano le alghe nelle zuppe e nelle insalate.

Nel Nord Europa-occidentale, zona ricca di alghe, i antichi celti utilizzavano le nori e le dulse selvatiche masticandole durante i loro viaggi, anche lungo le coste del mediterraneo i pescatori consumavano la lattuga di mare da accompagnata al pesce.
Le alghe sono un alimento prezioso, ad alto assorbimento di minerali provenienti dal mare, generalmente non si impregnano di sostanze inquinanti, come succede per i pesci, se vi è un alto tasso di inquinamento in quella zona non crescono infatti in alcune acque costiere del Giappone il raccolto delle nori è notevolmente scarso.

Una delle caratteristiche delle alghe consiste nella capacità di eliminare dal corpo sostanze inquinanti, causate da radiazioni o da specifiche terapie medicinali.
Contengono vitamine A, B, C, D3, E, sono ricche di calcio, ferro, e molti altri minerali, ottime per rinforzare unghie, capelli e ossa; eliminano e impurità sulla pelle, rendendola lisca e luminosa.

Le alghe in commercio in Italia sono provenienti quasi tutte dalla Bretagna e dal Giappone le più comuni sono le Kombu, Wakame, Arame, Hiziki, Dulse, Nori, Agar-Agar e Lattuga di mare.

Le verdure di mare sono reperibili essiccate e quini si possono conservare a lungo in barattolo ermetico, conserveranno così la loro fragranza.

Quando verranno utilizzate basta metterli a bagno, in cucina si possono preparare delle gustose ricette, e delle buone insalate.
Sono ottime saltate con verdure, con zuppe e minestre o preparare dei condimenti.

GOMA-WAKAME (sesamo con alghe)


In questo articolo vi propongo un semplice rimedio naturale ricco di vitamine e sali minerali, con le alghe wakame e semi di sesamo. Un ottimo integratore alimentare quotidiano da integrare con cereali e verdure.

Ingredienti:

8/10 cucchiai di sesamo
10 cm.di alga wakame o kombu

Preparazione:

Tostare in forno l’alga a 180 gradi per 7/8 minuti, finchè non diventerà croccante.
Tostare in una padella asciutta i semi a fiamma medio-bassa mescolando continuamente finchè non sprigioreranno un profumo fragrante.
Versate l’alga croccante in un mortaio e pestatela fino a ridurla in polvere, aggiungete i semi tostasti e schiacciateli.
Conservate i semi in barattolo di vetro a chiusura ermetica per mantenete la freschezza.

Ulteriori approfondimenti li puoi trovare sul mio libro “Guarire con il cibo“.

copertina-libro-guarire-con-il-cibo