Alcuni consigli per prevenire l’indebolimento fisico


Ricordo che, già negli anni ’90, attraverso il mio libro “Il cibo che cura” e durante le mie lezioni, spiegavo quanto fosse importante rinforzare il fisico, migliorando le abitudini alimentari e vivere in modo sano, cosa sempre più attuale ai giorni nostri in cui siamo entrati nel terzo millennio e nell’era della globalizzazione.

Il sistema immunitario è costituito da una rete complessa cellulare e di processi biologici per difendere l’organismo da aggressori esterni quali: batteri, virus, funghi, parassiti.

Un insieme di organi distribuiti in tutto il corpo ad esempio: milza, midollo osseo, linfonodi, timo, tonsille, cellule, tessuti che interagiscono tra loro, in grado di intervenire in presenza di infezioni, che possono diffondersi attraverso l’aria, contatto fisico, cibo ingerito, ferite ed altro.

La milza è un organo che gioca un ruolo importante, ed esplica parecchie funzioni, come filtrare e depurare la linfa, scaricare sostanze di rifiuto, batteri, globuli rossi invecchiati, e produrre anticorpi (fattori immunizzanti) importanti per la resistenza del corpo ai batteri e virus.

Sempre più, oggi, questo organo è sottoposto ad un continuo indebolimento, non solo dal consumo eccessivo di zuccheri ormai ovunque, troppi dolciumi, superalcolici, cibi salati da forno, raffinati e grassi; ma anche da una vita stressante, sempre più di corsa.

Nel tempo tutto questo porta ad un indebolimento generale del fisico e a sviluppare malattie degenerative dai nomi sempre più strani, purtroppo ora anche in tenera età.

E’ indispensabile per migliorare la nostra salute, alimentarsi in modo sano ed equilibrato, riposare prendendosi del tempo per se stessi, dormire le giuste ore di sonno e stare all’aria aperta quando è possibile.

Zuppe di verdure di stagione, con delle alge kombu o wakame, arricchite con legumi o del pesce possono essere una buona fonte di sali minerali.

Preparate degli stufati di verdure con delle radici come il loto, le carote, la bardana il daikon.

I cereali integrali vanno bene, soprattutto il miglio, il riso e il grano saraceno.

Non fatevi mai mancare delle foglie verdi da scottare o bollire, e della frutta fresca di stagione, ricche di vitamine.

Due buoni integratori per rinforzare il sistema immunitario possono essere i semi di loto da cuocere insieme al riso integrale e il Maitake compresse, da penderne 2/3 al giorno, per due/tre mesi.

Qui di seguito vi consiglio un piatto con della radice di bardana chiamato Kinpira.

Ottimo per rinforzare il fisico e ridare energia e vitalità.

La bardana è una radice altamente purificante ed ha delle proprietà antisettiche.

KINPIRA DI BARDANA E CAROTE

Ingredienti:

1 tazza di barbana fresca tagliata a fiammiferi oppure secca da ammollare 20/30 gr.

1 tazza di carote tagliate a fiammifero.

1 cucchiaino di salsa di soia.

2 cucchiaini di olio di sesamo o girasole bio.

Preparazione:

Lavate e spazzolate la bardana e la carota.

Scaldate l’olio in una padella pesante, versate la bardana tagliata aggiungendo un pizzico di sale.

Fate saltare per un paio di minuti la bardana, aggiungete le carote tagliate più un pizzico di sale e saltatele insieme altri due minuti.

Versate un pochino d’acqua in modo da coprire il fondo della pentola, lasciate cuocere con coperchio a fiamma bassa per 30/35 minuti.

A fine cottura insaporite con la salsa di soia.

Mescolate e servite.

Consumatene piccole quantità, un paio di volte alla settimana.

 

 

Ulteriori approfondimenti li puoi trovare sul mio libro “Guarire con il cibo“.

copertina-libro-guarire-con-il-cibo